La raccolta fondi per le organizzazioni di volontariato è diventata un’impresa sempre più ardua e, se da un lato l’associazione Sott’e’ncoppa ha sempre autofinanziato i suoi progetti, i contributi pubblici e da privati restano vitali per sostenere ed implementare attività come quelle dello sportello antiviolenza Lilith.

La vicinanza e la solidarietà di numerose persone che negli anni si sono offerte di aiutarci mettendo a nostra disposizione la loro professionalità e competenze ci ha spinti a provare questa strada convinti che sia anche un’ottima occasione non solo per la raccolta fondi ma anche per parlare del tema della violenza e mettere in rete tante persone ed aziende che vogliono impegnarsi nel combattere questo fenomeno.